Fabio Furia, compositore ed arrangiatore, è considerato uno dei più importanti bandoneonisti d’Europa.

La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo nelle più prestigiose sale da concerto fra cui la Dvorak Hall del Rudolfinum di Praga, il Teatro Bozar di Bruxelles, il Teatro Lirico di Cagliari, l’Onassis Culture Center di Atene e la Großer Saal di Klagenfürt.

Molto apprezzato a livello internazionale, il suo talento è noto a numerose istituzioni e festival musicali, nazionali ed internazionali. Tra gli altri: il Festival di Lubjana, l’Emilia Romagna Festival, il Festival de Nancy, il Maggio dei Monumenti (Napoli), Nei Suoni dei Luoghi, Festival Spaziomusica, Settimane musicali bresciane, Gubbio Summer Festival, Les Floraison Musicales, Recontres musicales en Lorraine.

Ha collaborato con prestigiosi musicisti ed ensemble, quali: Anna Tifu, Antony Pay, Michel Michalakakos,  Franco Maggio Ormezowski, Anne Gastinel, Stefano Pagliani, Jean Ferrandis,  Roberto Cappello, Solisti della Scala, Turner String Quartett, Kodàly String Quartett, Budapest String Orchestra, Hugues Leclere, Victor Hugo Villena, Hiba al Kawas, Salzburg Chamber Soloists, Orchestra Sinfonica di Kiev, Baden Baden Sinphony Orchestra, Kso Kärtner Sinfonieorchester, Quartetto Archimede, Trio Wanderer, Duo Pepicelli.

Si è esibito come solista in Italia, Canada, Messico, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Francia, Slovenia, Macedonia, Lituania, Austria, Spagna, Giappone, Korea, Grecia, Libano e Stati Uniti.

Inizia lo studio della fisarmonica all’età di sette anni, dapprima come autodidatta e poi sotto la guida della professoressa Eliana Zajec a Trieste. Deve tuttavia gran parte della sua formazione musicale al Prof. Corrado Rojac che, per alcuni anni durante l’adolescenza, gli impartisce lezioni di strumento, armonia e contrappunto. Successivamente, all’età di sedici anni, studia clarinetto al Conservatorio di Cagliari diplomandosi, con il massimo dei voti, in soli quattro anni, sotto la guida del M° Roberto Gander.

Si è perfezionato con alcuni tra i migliori clarinettisti del mondo tra i quali Antony Pay, Alessandro Carbonare e Wenzel Fuchs.

Parallelamente alla carriera concertistica con il clarinetto, intraprende lo studio del bandoneon unisonoro da autodidatta. Successivamente decide di avvicinarsi al sistema bisonoro, perfezionandosi con alcuni tra i migliori bandoneonisti al mondo quali, Victor Villena e Juanjo Mosalini.

E’ fondatore e direttore artistico dell’associazione culturale “Anton Stadler” e dell’ Associazione “ContraMilonga”, nonché ideatore di importanti rassegne musicali quali: il “Festival Internazionale di Musica da Camera”, che giunge quest’anno alla sua XIX edizione, ARTango&Jazz Festival, la “Masterclass Internazionale di Bandoneon” che si tiene durante il periodo estivo a Calasetta, evento capace di richiamare giovani musicisti da tutta l’Europa, “Liberevento” un importante  festival letterario di cui è il direttore artistico per la parte degli eventi musicali.

E’ anche un apprezzato consulente musicale ed artistico, che  supporta enti, associazioni e fondazioni nella programmazione di eventi e attività culturali e di spettacolo.

Si dedica, altresì alla didattica attraverso la realizzazione di corsi e masterclass per istituzioni pubbliche e private.

Dal 2014 tiene un Corso di bandoneon e prassi stilistica del tango presso il Conservatorio di Musica “G. P. Da Palestrina” di Cagliari, unico corso ufficiale in Italia.

Collabora con la classe di Bandoneon della Prof. Yvonne Hahn del Conservatorio di Avignone con il quale ha attivato un progetto didattico che ha sede alternativamete nei due conservatori, di Cagliari e Avignone.

Ha all’attivo varie incisioni discografiche: “ContraMilonga” (2010), “Fabio Furia in concerto” (KNS Classical – 2013), Novafonic Quartet (KNS Classical – 2015).

Suona un bandoneon 142 della fabbrica tedesca Alfred Arnold Bandonion und Concertinafabrik Klingenthal di cui è collaboratore ed endorser. Possiede e suona anche un bellissimo bandoneon storico Alfred Arnold “completo nacarado” del 1937, uno dei pochissimi esemplari esistenti conservati in perfette condizioni e totalmente originale.


Releases

Scopri le ultime produzioni di Fabio Furia